UN LIBRO NECESSARIO

I lockdown e la didattica a distanza, le promesse estive sulla riapertura delle scuole e la dura realtà dei mesi autunnali e invernali hanno senz’altro avuto un impatto psicologico molto forte sulla quasi totalità degli studenti italiani.

Eppure questi danni psicologici  fino ad oggi  sono rimasti in secondo piano, forse perché nessuno li aveva ancora portati alla luce in tutta la loro evidenza.

Il libro delle dottoresse Scanu e Fagnani era necessario. Si tratta di un atto di accusa nei confronti della scuola odierna, ormai irrimediabilmente malata e colpevole di essersi dimenticata del diritto all’istruzione, della libertà di insegnamento e del diritto alla socialità, alla leggerezza e alla spensieratezza della gioventù.

LA CHIAVE PER COMPRENDERE I BISOGNI INASCOLTATI DEI MINORI

Nel silenzio delle istituzioni, la loro voce si leva limpida in difesa dei bisogni inascoltati dei bambini e dei ragazzi. Due donne coraggiose, che sono andate tenacemente avanti portando le loro verità anche alla Camera dei Deputati (video Benessere e salute nella scuola dell’emergenza sanitaria) e scrivendo pagine che senza dubbio resteranno testimonianza di un’epoca crudele nei confronti dei minori, che  meriterebbero invece cura, dedizione, protezione, contatto e amore

SOLUZIONI CONCRETE PER I PROBLEMI DELLA SCUOLA

Ciò che si apprezza in Emergenza scuola – Il leone verde edizioni, è soprattutto la volontà di una denuncia volta alla risoluzione del problema

Le autrici, per mezzo di  un linguaggio semplice e una solida documentazione bibliografica, non si limitano a elencare i gravi disagi causati dallo stato di emergenza nelle vite dei giovani, ma rendono consapevole il lettore della necessità di recuperare equilibrio, coraggio e capacità di azione, fiducia e speranza, ricominciando a dare valore al tempo

Un tempo che sia di qualità, dedicato all’ascolto dell’altro e di noi stessi. Un tempo in cui imparare nuovamente ad esercitare il dubbio, qualunque esso sia: etico, morale, filosofico o tecnico. Un tempo in cui imparare a gestire le nostre emozioni come adulti di riferimento, sviluppando un’attitudine saggia che ci permetta di rimanere saldi.

SUGGERIMENTI PRATICI PER INSEGNANTI E GENITORI

Le autrici ci mettono in guardia dal fare scelte che ci portino in uno stato di dissonanza cognitiva, ovvero di sofferenza emotiva ed etica, suggerendoci alcuni semplici e utili “strumenti” di benessere. Forniscono suggerimenti per insegnanti e genitori analizzando la condizione dei giovani, suddividendoli per fasce di età e indicandoci una serie di gruppi, movimenti, comitati e associazioni che potrebbero essere di aiuto in questo delicato momento.

Come educatori e insegnanti de La Scuola Che Accoglie non possiamo che accogliere con gratitudine questo libro così significativo e consigliarne un’attenta lettura a tutti coloro che vogliano intraprendere un cammino che ci conduca rapidamente a chiudere il capitolo “scuola dell’emergenza” e ad inaugurare la RInascita di una nuova scuola.

La Scuola Che Accoglie