Il mondo dell’educazione non può più accettare che il governo italiano continui a ignorare decine di migliaia di cittadini che da mesi protestano pacificamente in difesa dei propri diritti e della Costituzione.

Da anni stiamo assistendo e contribuendo, giorno dopo giorno, alla realizzazione di un processo di evoluzione umana e di lotta, ma oggi sentiamo l’urgente bisogno di aggregarci per acquisire un rinnovato senso di comunità.

INSIEME, STUDENTI E PROFESSIONISTI DELL’EDUCAZIONE

Riteniamo quanto mai necessario che  gli studenti e i professionisti dell’educazione si uniscano in un coordinamento nazionale che abbia la forza di contrastare le misure del governo contro i diritti umani e la Costituzione.

Avremmo così la possibilità di chiedere, al pari di altre categorie, che le nostre istanze vengano ascoltate, intensificando le azioni di resistenza attiva e passiva all’interno e all’esterno delle scuole.

Lanciamo un appello rivolto ai referenti dei gruppi di studenti e professionisti dell’educazione: uniamoci per dare vita a un coordinamento nazionale che veda tutti i movimenti ugualmente partecipi nel condividere proposte e azioni – ciascuno mantenendo la propria identità – in modo attivo e con spirito collaborativo!

UNITI, PER TUTELARE I DIRITTI UMANI E LA COSTITUZIONE

Questa epoca – questa esperienza di vita – ci sta ricordando la nostra umanità e la necessità di rimanere uniti, per rivendicare senza paura i diritti costituzionali e le libertà di un paese democratico.

Vi chiediamo di rispondere all’appello, scrivendo al seguente indirizzo e-mail:

uniamoci@lascuolacheaccoglie.org

Proponiamo una collaborazione alla pari.

Ciò che nascerà in seguito sarà soltanto il frutto del libero contributo di ciascuno.

La Scuola Che Accoglie

Categorie: Azioni